Home Dagli enti Elezioni dell’Inpgi, Benoît Girod nuovo fiduciario regionale

Elezioni dell’Inpgi, Benoît Girod nuovo fiduciario regionale

101
Elezioni dell'Inpgi nella sede dell'Asva, ad Aosta
Elezioni dell'Inpgi nella sede dell'Asva, ad Aosta

Giornalista dell’agenzia Ansa, ex presidente dell’Asva e attuale consigliere nazionale della Fnsi, Girod farà parte del Consiglio generale per la gestione principale dell’Inpgi.
Succede a Enrico Romagnoli, consigliere nazionale dell’Ordine dei giornalisti, che non si è ricandidato.

Si sono concluse domenica 16 febbraio alle 20 le operazioni di voto per il rinnovo degli organi statutari della gestione principale e della gestione separata dell’Inpgi, l’Istituto nazionale di previdenza dei giornalisti italiani. In Valle d’Aosta, l’affluenza è stata molto buona, nonostante l’handicap del candidato unico: hanno votato per via telematica o al seggio di via Piave, ad Aosta, 45 giornalisti “attivi” (il 55 per cento degli aventi diritto); 13 pensionati (il 65 per cento degli aventi diritto); per la gestione separata (Inpgi 2) hanno votato 47 iscritti, pari al 30,9 per cento.

Girod: «Le elezioni premiano la riforma dell’ente e l’autonomia dei giornalisti»

«Sono molto soddisfatto perché il risultato elettorale ha diradato le pericolose nubi che si erano addensate sulla categoria durante la campagna elettorale – sostiene il neo fiduciario Girod, che ha riportato 39 voti validi, pari al 48,75 per cento degli iscritti – generate da chi ha voluto strumentalizzare le difficoltà strutturali dell’ente, facendo circolare “fake news” e false promesse. Un’operazione di sciacallaggio che è fallita. I giornalisti hanno scelto di difendere l’Inpgi».

«I giornalisti vogliono dare un futuro all’Inpgi – aggiunge Girod -. Le elezioni hanno premiato in modo chiaro chi ha lavorato e lavorerà per un Inpgi autonomo, a sostegno di un giornalismo indipendente. La componente Controcorrente ha ottenuto una netta maggioranza assoluta che le consentirà di sostenere con serenità e con forza il serio percorso riformatore già intrapreso nel precedente mandato dalla presidente Marina Macelloni e dalla sua squadra. I giornalisti valdostani hanno dato il loro contributo: l’affluenza al voto è stata significativa, con a una punta di oltre il 60 per cento dei pensionati. Il sottoscritto, esponente di Controcorrente, siederà nel consiglio generale, prendendo il posto del collega Enrico Romagnoli».

Il fiduciario uscente: «Ha vinto il buonsenso. Buon lavoro a Benoît»

«È stata una bella prova di maturità per la nostra categoria – dice il fiduciario uscente, Enrico Romagnoli -. In Valle d’Aosta per la partecipazione al voto che è andata ben oltre il 50 per cento per attivi e pensionati. In tutta Italia perché ha vinto il buon senso di coloro che vogliono difendere la nostra previdenza. Invito tutti i colleghi ad interessarsi alle personali situazioni previdenziali perché non è mai troppo presto. Concludo augurando buon lavoro a Benoît e sono certo che ci rappresenterà al meglio nel Consiglio generale del nostro ente di previdenza».

Tutti gli eletti negli organismi dell’Inpgi

Di seguito, trovate i nomi degli eletti negli organi collegiali: il consiglio generale della gestione principale è formato da 50 giornalisti “attivi” non titolari di pensione diretta, eletti su base regionale, e da 10 pensionati eletti su base nazionale; il comitato amministratore della gestione separata è formato da 5 componenti, eletti su base nazionale; sono stati eletti anche 6 sindaci per la gestione principale (di cui 3 effettivi e 3 supplenti) e 2 sindaci per la gestione separata (un effettivo e un supplente).

Consiglio generale, “attivi”
Valle d’Aosta: Benoît Girod;
Piemonte: Gianni Armand-Pilon, Daniele Cerrato;
Lombardia: Marina Macelloni, Domenico Affinito, Guido Besana, Claudio Scarinzi, Andrea Cremonesi, Gabriella Piroli, Daniela Dirceo, Antonello Capone, Daniela Stigliano, Andrea Montanari, Davide Bertani, Nicola Alessio Borzi;
Veneto: Massimo Zennaro, Giulia Cananzi;
Trentino Alto Adige: Gianfranco Piccoli, Giuseppe Marzano;
Friuli Venezia Giulia: Andrea Bulgarelli;
Liguria: Luca Di Francescantonio;
Emilia Romagna: Marco Girella, Gianluca Zurlini;
Marche: Rosalba Emiliozzi;
Toscana: Olga Mugnaini, Simona Poli;
Umbria: Sergio Casagrande;
Lazio: Goffredo De Marchis, Ida Baldi, Antonella Baccaro, Elena Polidori, Paolo Trombin, Cristiano Maria Fantauzzi, Stefano Polli, Francesca Altieri, Roberta D’Angelo, Andrea Rustichelli, Giovanna Carla Rondinelli;
Abruzzo: Antimo Amore;
Molise: Michaela Marcaccio;
Campania: Antonella Monaco, Alfonso Pirozzi;
Puglia: Pietro Ricci, Michele Peragine;
Basilicata: Gianluca Boezio;
Calabria: Carlo Parisi, Raffaella Salamina;
Sicilia: Francesco Nuccio, Vincenzo Lombardo;
Sardegna: Pier Sandro Pillonca;

Consiglio generale, pensionati
Marina Cosi, Silvia Garambois, Romano Bartoloni, Marina Sbardella, Massimo Alberizzi, Gianpaolo Boetti, Giuseppe Gulletta, Paola Cascella, Pietro Treccagnoli, Donato Sinigaglia.

Collegio sindacale della gestione principale
sindaci effettivi: Enrico Castelli, Pierluigi Franz, Savino Cutro;
sindaci supplenti: Luigi Ronsisvalle, Marco Esposito, Giuseppe Mazzarino.

Comitato amministratore della gestione separata
Massimo Marciano, Nicola Chiarini, Stefania Di Mitrio, Orazio Raffa, Ezio Ercole.

Collegio sindacale della gestione separata
sindaco effettivo: Olimpia De Casa;
sindaco supplente: Lucio Maria Musolino.

La notizia sul sito della Fnsi.
Tutti i risultati sul sito dell’Inpgi.