Home Dalla Fnsi Una Carta per le pari opportunità e l’uguaglianza sul lavoro

Una Carta per le pari opportunità e l’uguaglianza sul lavoro

20

Parità, promozione del merito e abbattimento degli stereotipi

«Parità, promozione del merito e abbattimento degli stereotipi». Queste le direttrici indicate dal ministro del Lavoro, professoressa Elsa Fornero, nella sede della Federazione nazionale della stampa italiana, a Roma, in occasione della firma con il segretario generale della Fnsi, Franco Siddi, della “Carta per le pari opportunità e l’uguaglianza sul lavoro”. Alla presenza di Roberto Natale, presidente della Fnsi, della giunta esecutiva e della Cpo, la Commissione pari opportunità con la presidente Lucia Visca e la coordinatrice Donatella Alfonso, Fornero in un clima di grande collaborazione e attenzione ha sottolineato alcuni punti della riforma che «ha tratti di forte inclusione delle donne», riconoscendo loro uno specifico capitolo.

«La carta di parità rappresenta un traguardo al termine di un percorso lungo oltre 100 anni – ha sottolineato il segretario Siddi – nel quale la Fnsi, anche attraverso l’attività della Cpo che ha lavorato con grande determinazione, è giunta a questo risultato. Comunque, persistono questioni irrisolte di genere e siamo consapevoli di non aver colmato tutte le lacune».

«Dalla recessione si esce – ha detto la professoressa Fornero – e per la ripresa del Paese è fondamentale il ruolo delle donne dal punto di vista occupazionale, produttivo e professionale, ma occorre un forte impegno nel contrasto alla precarietà. Voi donne giornaliste – ha sottolineato rivolgendosi alle componenti della Cpo – avete la responsabilità di evitare che si offra anche all’estero un’immagine distorta della donna sui media. Il giornalismo ha rappresentato lo specchio di una società italiana rissosa, ma le giornaliste con la loro sensibilità e freschezza possono contribuire a modificare una concezione che vede la donna oggetto di stereotipi orrendi e puntare invece alla promozione del merito».

«La Carta di parità non deve restare in un cassetto, ma servire a valorizzare le competenze femminili nel giornalismo». È l’appello con cui Elsa Fornero ha chiuso l’incontro. La Commissione pari opportunità della Fnsi utilizzerà lo strumento della Carta per sostenere politiche di genere nella iniziativa sindacale e aprire confronti con le aziende su temi come occupazioni, carriere, salari e welfare.